domenica 29 luglio 2012

Nuova avventura per Frank Carter (e polemiche)

Approffitto di un attimo del vs. tempo (visto che alcuni siti non pubblicano i comunicati loro inviati) per fare un pò di promozione. 

Dal 7 agosto sul Blog Ufficiale di Frank Carter partirà la nuova avventura del protagonista della striscia avventurosa che scrivo dal 2009 in collaborazione con  il sempre bravo Fortunato Latella, il quale ne realizza la parte grafica.
La nuova storyline (la terza della serie) vedrà l'esordio di un nuovo e letale villain denominato "Il maestro di Cera", che creerà non pochi grattacapi al nostro Frank, impegnato nel risolvere un caso sulla misteriosa sparizione di alcuni diplomatici. La nuova avventura vedrà anche l'esordio di nuovi comprimari e alcuni cambiamenti familiari per il protagonista.
Vengo ora alla seconda parte, quella delle polemiche. Nel mondo del fumetto italiano c'è un piccolo settore, quello dei web comics, che ha voglia di emergere e che a fatica si fa ascoltare e riesce a promuoversi. Molta fatica a cui subentra ovvia frustrazione quando coloro che dovrebbero darci una mano, ovvero i siti di informazione, snobbano i comunicati che noi piccoli autori inviamo loro. In questo senso non parlo solo di me, visto che questo post è scaturito da una ovvia invisibilità per la mia striscia, nata dal fatto che sia AF News che Lo Spazio Bianco hanno evitato (fino ad ora, ma c'è tempo se vi svegliate) di pubblicare i comunicati inviati loro riguardanti la terza avventura del personaggio di Frank Carter, ma anche di altri autori e altre serie, che giornalmente vengono snobbati da coloro che dovrebbero parlarne. Non perchè le loro serie siano belle o brutte o qualcuno lo meriti più di altri, ma perchè ne hanno diritto. Come tutti gli altri.

Hanno diritto di visibilità.


2 commenti:

  1. È vero quanto tu dici; il sottoscritto con Anacanapana e Fam con Fumettisulweb ne sanno qualcosa (anche se devo ringraziare le eccezioni, quali Comixcomunity e l'estensore del presente articolo, ed AFNews mi ha segnalato quando ho messo in rete una rivistina liberamente scaricabile). E dire che questi siti non debbono pagare il tipografo, essendo in rete avrebbero tutto lo spazio che vogliono, invece spesso non hanno neppure uno "spazio fanzine". Parlare dei "piccoli"? Ovvove!
    E se una piccola iniziativa pubblica le stesse cose dei "grandi", come ho fatto io quando ho pubblicato una striscia pubblicata anche (nella produz. di 10 anni dopo) dalla Planeta, bè, indovina un pò, manco un accenno.
    Tralaltro uno di questi siti, dopo aver pubblicato un comunicato stampa di Shockdom, ne ha subito preso le distanze usando il temine c(...), quindi puoi vedere i "piccoli" che fine fanno.
    Purtroppo però, anche quando si posta da sé da qualche parte (forum, gruppi di discussione) la notizia non è che ci sia questo gran interesse tale da far sì che qualcuno ti dia una qualsiasi risposta, ti faccia una domanda ...
    Saluti.
    G.Moeri

    RispondiElimina
  2. Intanto fare rumore a quanto pare funziona. E da oggi in poi lo farò anche più spesso. Anche per tutti voi altri.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails